Tra performance e record infranti, ai Grammy Awards 2024 le donne sono protagoniste assolute: Taylor Swift scrive la storia (e annuncia il nuovo album)

Grammy bagnati, Grammy fortunati? Nella notte tra il 4 e il 5 febbraio a scandire la cerimonia degli Oscar della musica è stato un allarme rosso diramato dal governatore della California, per una maxi bomba d’acqua che s’è abbattuta su Los Angeles, e se le scalette hanno cominciato a tribolare, tra ritardi e cambi in corsa, s’è rivelata comunque una notte da ricordare per la grande musica internazionale. A festeggiare, ai Grammy Awards 2024, sono soprattutto le donne, che hanno fatto incetta di premi e record.

TAYLOR SWIFT ENTRA NELLA STORIA DEI GRAMMY’S

La cantautrice Taylor Swift è la star della serata. Sicuramente tra gli artisti più attesi di questa edizione, il suo “Midnights” ha conquistato l’ambito grammofono d’oro nella categoria più prestigiosa, quella per il “Miglior album“. Si tratta della quarta volta in carriera per l’artista, che così ha superato leggende come Frank Sinatra, Stevie Wonder e Paul Simon, che prima di lei si erano fermati a tre premi in tale categoria. Un record che rafforza ancor di più lo status di artista simbolo della sua generazione.

Non finisce qui: sul palcoscenico della Crypto.com Arena l’artista ha poi annunciato l’uscita del suo nuovo album, che s’intitolerà “The tortured poets department“, la cui pubblicazione è prevista per il 19 aprile. L’annuncio è stato seguito poi da un “crash” del suo profilo Instagram, invaso da reazioni e commenti da parte dei suoi milioni di fan: in fin dei conti, una serata speciale anche per loro.

Grammy Awards 2024 Taylor
Taylor Swift ai Grammy Awards 2024

PRIMO GRAMMY PER MILEY CYRUS

Arriva direttamente dalle mani di Mariah Carey il primo Grammy in carriera per Miley Cyrus. La cantautrice, che era in lizza anche per il miglior album con il suo “Endless summer vacation“, ha conquistato la statuetta nella categoria “Miglior performance pop” con la mega hit “Flowers, che ha poi eseguito anche sul palco. Per l’artista, più radiosa che mai, il plauso del parterre di colleghi e amici, e subito anche un altro premio: “Miglior registrazione dell’anno”, sempre per “Flowers“.

La vittoria di Miley Cyrus ai Grammy Awards 2024

Altro record al femminile, questa volta registrato da Karol G, che è diventata la prima artista femminile a vincere ai Grammy Awards nella categoria “Miglior album di musica urban” con il suo “Mañana será bonito“. Riscatto per “Barbie“: il maxi trionfo al botteghino, abbondantemente snobbato agli Oscar, è stato rappresentato da Billie Eilish, che ha fatto suo il Grammy per la “Canzone dell’anno” con “What was I made for“, colonna sonora del film. Altro successo al femminile, quello della cantautrice Lainey Wilson, che ha conquistato il Grammy per il “Miglior album country” con il disco “Bell bottom country“.

KILLER MIKE VINCE TRE PREMI MA VIENE ARRESTATO

Vittoria e polemiche per Jay-Z: dopo aver ritirato il premio Dr. Dre Global Impact Award, ha lanciato delle invettive alla giuria, rea di «non avere mai assegnato l’Album dell’anno a Beyoncé, nonostante 88 nomination e 33 altri premi», ma a far discutere più di tutti è stato Killer Mike: il rapper, che ha trionfato in tre categorie tra cui “Miglior album rap”, al termine della cerimonia è stato arrestato.

Stando a quanto riferisce il tabloid statunitense TMZ, il rapper sarebbe finito in manette in seguito ad uno scontro con una guardia di sicurezza, che non si sarebbe “tolto di mezzo velocemente“, tanto da spingere Killer Mike ad aggredire sotto la pioggia l’agente. La polizia ha dunque tratto in arresto l’artista, che avrebbe continuato ad inveire: “Ma davvero fate? Che ca**o“. Le indagini sono in corso.

Killer Mike Grammy
Killer Mike, ai Grammy Awards 2024, ha vinto tre premi

PERFORMANCE E OMAGGI AGLI ARTISTI SCOMPARSI

Tante le esibizioni degne di nota messe in scena nel corso della cerimonia. Se Dua Lipa ha stregato tutti con una performance sul suo nuovo singolo “Houdini“, tanti sono stati gli omaggi rivolti ad artisti che, nel corso dell’ultimo anno, ci hanno lasciato. Toccante il duetto virtuale tra Stevie Wonder e Tony Bennett: l’indimenticato crooner è apparso sullo schermo alle spalle di Wonder, seduto al pianoforte. Annie Lennox ha invece reinterpretato “Nothing compares 2 u” di Sinead O’Connor, lanciando un messaggio importante: «Artisti per il cessate il fuoco. Pace nel mondo». Ricordo anche per Tina Turner, omaggiata da Fantasia Barrino in un’esplosiva performance su “Proud Mary“.

E infine una piacevolissima sorpresa. Il cantante country Luke Combs, che ha vinto ai Grammy Awards 2024 per la sua cover di “Fast car“, nel corso della sua esibizione è stato raggiunto sul palco proprio da Tracy Chapman, assente dalle scene e dai concerti da ben vent’anni.

Giornalista salernitano iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Campania. Colleziono compulsivamente dischi e mi piace scrivere con la musica ad alto volume.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *