Il ritorno in Italia degli X Ambassadors, in un’unica tappa milanese a fine febbraio, sarà scandito nelle radio dal singolo “No strings

Si avvicina sempre di più la pubblicazione di “Townie“, il nuovo ed atteso progetto discografico degli X Ambassadors. La band newyorkese negli scorsi giorni ha servito ai fan un delizioso antipasto con il singolo “No strings“, promettente traccia che venerdì raggiungerà anche il mercato radiofonico italiano, in attesa dell’unica tappa nel Belpaese, fissata per il 27 febbraio ai Magazzini Generali di Milano.

Il disco, in uscita il 5 aprile prossimo, sarà arricchito da questo brano. Sound e atmosfere che richiamano ormai una cifra stilistica pregna dell’impronta degli X Ambassadors, che ha permesso alla band di catturare l’attenzione di milioni di supporter sparsi in giro per il globo, insieme ad un testo introspettivo che intende dare una grande iniezione di autostima e fiducia agli ascoltatori: “Non ci sono corde che mi tengano legato / Non abbiamo bisogno di ali per volare“.

Riflettendo sulle ispirazioni del brano, il cantante Sam Nelson Harris afferma: «Ithaca è così isolata, e crescendo lì, come nel caso mio e di Casey, abbiamo fatto di tutto per darci dei piccoli modi per evadere: andare in giro per la città senza meta in bicicletta, sugli autobus o nelle auto dei nostri genitori; perdersi nei boschi, cacciarsi in qualsiasi guaio si potesse trovare, far penzolare i piedi dai bordi delle cascate con i nostri amici, baciarsi con le cotte del liceo nelle fredde notti d’inverno… situazioni che ti fanno sentire come se il mondo fosse più grande e come se non ci fosse nulla che ti impedisse di uscire».

È a quelle sensazioni che l’artista si rifà in questa traccia: l’essere e sentirsi abbastanza, ridendo in faccia alle critiche di chi vuole plasmare gli animi ribelli. L’album “Townie” è stato interamente autoprodotto dagli X Ambassadors, che oltre a Sam Nelson Harris vede nella formazione anche Casey Harris e Adam Levin. Si tratta di un nuovo ed entusiasmante capitolo per la band, che ritrovano nella Grande Mela le proprie radici, dove sono tornati dopo esser stati di stanza a Brooklyn.

Radici e vissuti diversi che s’intrecciano e animano i 12 brani racchiusi nella tracklist, tutti profondamente introspettivi e personali. Un lavoro – il quinto in studio per gli X Ambassadors – presentato come «un ritratto intricato degli aspetti più quotidiani della propria città natale e della comunità che li ha plasmati». In carniere per la band un album d’esordio di grande successo (“VHS“, trainato dalle hit “Renegades” e “Unsteady“) e tour in tutto il mondo. C’è ancora tanta strada da percorrere e “Townie” sarà la prossima fermata.

Giornalista salernitano iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Campania. Colleziono compulsivamente dischi e mi piace scrivere con la musica ad alto volume.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *