La cantautrice producer norvegese Girl in red scalda i suoi fan con il singolo “Too much“, che anticipa la release dell’album “I’m doing it again baby!“, fissata ad aprile

Arriva dalla Norvegia uno dei prospetti più interessanti della nuova scena cantautorale internazionale. Si tratta di Girl in red, pseudonimo di Marie Ulven Ringheim, autrice e producer nordeuropea che ha da poco rilasciato in digitale il singolo “Too much“, sul mercato per Columbia Records e Sony Music. La traccia fa inoltre da traino all’uscita, fissata per il 12 aprile prossimo, del suo secondo album in studio intitolato “I’m doing it again baby!“.

Girl in red, che ad oggi ha totalizzato oltre un miliardo di stream con la sua musica, nel 2021 ha pubblicato la sua opera prima dal titolo “If I could make it go quiet“, contenente anche la hit “Midnight love“. Nel corso dello scorso anno ha avuto modo di ampliare notevolmente la platea di appassionati della sua musica aprendo le tappe americane dell’Eras Tour di Taylor Swift, e prendendo parte inoltre a numerosi festival musicali internazionali.

In questo nuovo brano, “Too much“, Girl in red mette al centro il tema della vulnerabilità, nelle relazioni e non solo. Non si tratta però di un inno ai cuori infranti, né di lacrime versate su se stessi. Attraverso sonorità squisitamente pop e vivaci, la cantautrice tende una mano a chi si trova a vivere condizioni del genere nella propria vita quotidiana.

«Mi è sempre stato detto che sono “troppo”. Durante tutta la mia infanzia e negli anni da adulta. Essere bloccata quando sono al mio momento più felice o più eccitato mi ha fatto sentire insicura, alienata e strana – racconta girl in red – Quando ho rivisto lo stesso sentimento nei miei rapporti, ho capito quanto mi facesse davvero male non sentirsi mai pienamente accettata per quello che sono. Inoltre, penso che culturalmente le persone tendano ad essere troppo fighi per divertirsi o mostrare vero entusiasmo ed emozioni, e sono così stanca di questa facciata».

Ad accompagnare la release troviamo anche il videoclip ufficiale, diretto da Fiona Jane Burgess e prodotto da Smuggler, in cui vediamo Girl in red in evidente stato di frustrazione a causa della sua relazione di coppia con una partner crudele. Ci sono ballerini, un cuore gonfiabile e una bara. Cos’hanno in comune? Senza troppi spoiler, vi rimandiamo alla visione della clip.

Giornalista salernitano iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Campania. Colleziono compulsivamente dischi e mi piace scrivere con la musica ad alto volume.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *