Il duo Fiori di Cadillac processano una storia d’amore tossica e nociva in “Claudia“, il nuovo singolo

È online da oggi su tutte le piattaforme digitali “Claudia“, il nuovo singolo del duo salernitano Fiori di Cadillac, rilasciato con il supporto del Boc Music Group e distribuzione Altafonte. Il singolo arriva a poche settimane di distanza dall’uscita del bel singolo “Anime perse“, con cui hanno fatto il loro ritorno ufficiale sul mercato musicale underground dopo un periodo di profonda crisi causato dalla pandemia e relativo stato d’incertezza per l’intero universo musicale.

Sono gli stessi Luigi Salvio e Valerio Vicinanza – i due artisti dietro ai Fiori di Cadillac – a comporre questo nuovo singolo, caratterizzato da un vero e proprio “dialogo” tra voce e pianoforte. L’essenzialità di un brano, dietro cui c’è anche il tocco del produttore Frank Sativa, che parla con delicatezza di una storia d’amore complessa, ricca d’errori e pugnalate reciproche.

«Una storia sbagliata è come un monumento innalzato a falsi eroi. “Claudia” è un brano che racconta la storia di due persone che, insieme, non fanno altro che farsi del male, in un amore tossico che si auto-distrugge. Si può anche crescere insieme ma non tutto va sempre per il meglio, a volte le strade si fanno complicate e si finisce per tradire se stessi», spiegano i Fiori di Cadillac.

Il talentuoso duo inoltre aggiunge: «Nel testo c’è l’immagine vivida e colorata di quel parcheggio di quartiere dove ciascuno di noi ha toccato un pallone da piccolo (e che abbiamo scelto per la copertina del brano) ma che lascia spazio, improvvisamente, al buio e all’orrore: adolescenti, adulti, a cui non bastano più le ginocchia sbucciate per sentirsi vivi… Entrambi i protagonisti della storia, alla fine, però riescono a salvarsi, ognuno a modo proprio. Claudia, per esempio, aspetta un figlio, si è salvata e attraverso di lei la vita continua…».

Per i Fiori di Cadillac, nati in origine come trio, nel 2010, e poi successivamente trasformatosi in un duo, pare finalmente archiviato quel periodo di profonda crisi causato dall’emergenza Covid: la pandemia esplose proprio in concomitanza con la pubblicazione del loro secondo album, il primo in collaborazione con la prestigiosa discografica INRI. Chiaramente il caos che ne derivò rese impossibile la promozione del disco in giro per l’Italia, che finì precocemente in soffitta. La musica però, alla fine, trova sempre il modo di uscire fuori, per le strade, tra la gente. È così anche per i Fiori di Cadillac, che sono tornati per restare.

Giornalista salernitano iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Campania. Colleziono compulsivamente dischi e mi piace scrivere con la musica ad alto volume.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *