Il favorito per la vittoria dell’Eurovision Song Contest è Baby Lasagna, in rappresentanza della Croazia con “Rim tim tagi dim

Chi vince l’Eurovision Song Contest 2024? I bookmakers non hanno dubbi: secondo gli scommettitori sarà Baby Lasagna a sollevare il microfono di cristallo e a portare il festival in Croazia per la prima volta nella storia. Il brano che l’artista presenta in concorso miscela insieme rock, folk, metal ed elettronica. Una traccia imprevedibile dal titolo “Rim tim tagi dim” che rispecchia appieno la proposta musicale dell’artista croato, che aveva provato a rappresentare il suo paese all’Eurovision già in passato.

Era il 2019 infatti quando Baby Lasagna, all’epoca semplicemente Marko Purišić e chitarrista della band Manntra, provò a rappresentare la Croazia prendendo parte al festival Dora, piazzandosi al quarto posto con il brano “In the shadows“. Pochi anni dopo la decisione di intraprendere una carriera da solista, creando così il progetto Baby Lasagna e lanciando il singolo di debutto “IG Boi“, seguito poi da “Don’t hate yourself, but don’t love yourself too much“.

Nel 2024 arriva la partecipazione, sempre da solista, al festival Dora con “Rim tim tagi dim“, dove trionfa e si lancia da protagonista verso l’Eurovision Song Contest, in Svezia, entrando anche in classifiche internazionali oltre che in quelle croate.

La canzone, scritta e composta interamente da Baby Lasagna nella sua camera da letto, è stata ispirata da un’opportunità lavorativa su una nave da crociera che aveva rifiutato. Originariamente doveva essere una canzone riempitiva per il suo futuro album di debutto, “Demons & Mosquitoes“, ma, resosi conto del suo potenziale in seguito al rapido incremento di ascolti in streaming, ha deciso di proporla per Dora 2024.

In numerose interviste, Purišić ha dichiarato che la canzone è stata ispirata dall’esodo di massa di giovani adulti che lasciano la Croazia per migliori opportunità all’estero. Il testo incarna un “approccio umoristico e leggero” alla questione, raccontando la storia di un giovane uomo di campagna che lascia il suo villaggio per una vita migliore in un paese straniero; anche se eccitato, è comunque tormentato dall’ansia di trasferirsi. Il ritornello “Rim Tim Tagi Dim” funge da nome di una danza popolare fittizia del villaggio natale dell’uomo.

“Rim tim tagi dim” di Baby Lasagna

TESTO DI “RIM TIM TAGI DIM” DI BABY LASAGNA

Ay, I’m a big boy now
I’m ready to leave, ciao, mamma, ciao
Ay, I’m a big boy now
I’m going away and I sold my cow

Before I leave, I must confess
I need a round of decompress
One more time for all the good times
Rim-tim-tagi-digi, dim-tim-tim

Gonna miss you all, but mostly the cat
Gonna miss my hay, gonna miss my bed
But most of all, I’ma miss the dance
So come on y’all, let us prance

Now don’t call, don’t write
I’m leavin’ with the first light
Don’t cry, but dance
Rim-tim-tagi-digi, dim-tim-tim

There’s no going back (whoa)
My presence fades to black (whoa)
Yeah, there’s no going back (whoa)
My anxiety attacks (whoa)
Rim-tim-tagi-digi, dim-tim-tagi-digi-dim

I hope I find peace in the noise
Wanna become one of them city boys
They’re all so pretty and so advanced
Maybe they also know our dance

Bye mom, bye dad
Meow, cat, please, meow back
Don’t cry, just dance
Rim-tim-tagi-digi, dim-tim-tim

There’s no going back (whoa)
My presence fades to black (whoa)
Yeah, there’s no going back (whoa)
My anxiety attacks (whoa)
Rim-tim-tagi-digi-dim-tim-tagi-digi-dim

There’s no going back (whoa)
My presence fades to black (whoa)
There’s no going back (whoa)
Anxiety attacks (whoa)
Rim-tim-tagi-digi, dim-tim-tagi-digi-dim

There’s no going back (whoa)
My presence fades to black (whoa)
Yeah, there’s no going back (whoa)
My anxiety attacks (whoa)
Rim-tim-tagi-digi, dim-tim-tagi-digi-dim

Giornalista salernitano iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Campania. Colleziono compulsivamente dischi e mi piace scrivere con la musica ad alto volume.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *