Freschezza ed elettro-pop ne “La maggiore età“, il nuovo singolo del giovane cantautore napoletano Vittorio Poli, fuori adesso

Il primo New Music Friday di questa primavera porta alle nostre orecchie il nuovo singolo di Vittorio Poli, talentuoso cantautore partenopeo, classe 2000, che ha rilasciato nelle scorse ore “La maggiore età“, traccia che, tra l’elettro-pop, chitarra acustica e sprazzi di it-pop, ci consegna una leggera – ma non superficiale – fotografia della fase di maturità personale. Una celebrazione delle cose semplici, della quotidianità, capace comunque di scrivere pagine segnanti dell’avvenire.

Pubblicato con Artist First, il nuovo singolo di Vittorio Poli esorcizza le ansie della vita adulta. Per la sua realizzazione il giovane artista ha collaborato con Luca Lucio Stocco, per la composizione della musica, mentre la produzione porta la firma di Davide Capolongo. «Qualche anno fa ero un bimbo e volevo solo diventare grande. Eh. Se mi avessero detto che era così, ci pensavo due volte. Le responsabilità mi spaventano, per questo ho deciso di cantarle come avrei fatto da bambino», ha spiegato Poli.

Dopo aver cominciato a suonare la chitarra, illuminato dalla stella di Angus Young degli AC/DC, comincia a scrivere i suoi primi pezzi guardando al cantautorato tradizionale, miscelato al sound mediterraneo di Napoli. Nel 2021 inizia a suonare come busker in giro per le strade, ottenendo numerose visualizzazioni su TikTok. Comincia così a pubblicare le prime tracce in streaming e ad aprire i concerti di svariati artisti tra cui Olly, Fulminacci, Mara Sattei e non solo.

Nel 2023 avvia una collaborazione con Artist First, pubblicando singoli che attirano l’attenzione delle playlist editoriali di Spotify. “La maggiore età” verrà proposta da Vittorio Poli anche nei suoi prossimi concerti, fissati per il 23 marzo al Laboratorio Folkloristico di Napoli, il il 30 marzo in Piazza XX Settembre a Roccadaspide e il 7 aprile a Napoli, a N’Arte.

“La maggiore età” di Vittorio Poli

TESTO DE “LA MAGGIORE ETÀ” DI VITTORIO POLI

(Vitty è pronto)

Ho smesso di rubare i Super Santos al mare
Perché mi sono fatto grande per certe cose
Ho smesso di cercare l’equilibrio intestinale
La Coca Cola non la posso bere più

Però posso…

Scommettere sul pallone a ripetizione:

Napoli torna campione
Fumare le stecche di Camel Gold
Pure se mi fanno cacare un po’
Giocare a nascondino no!
Provare qualcosina boh
Dai solo un tiro, un tiro, un tiro

Ma l’amore no
Fai filone e vieni qua
Oggi ho casa libera
Ci vuole responsabilità
Per baciarsi bene
E prendersi a mazzate
Ci vuole la maggiore età
Per amministrare

Tutto il bene che tu mi puoi dare
(tutto il bene che mi puoi dare)
Ho smesso di studiare
Il liceo mi fa stancare
E all’università non so che fare
Però mi piace cantare
Mangiare le molliche del pane

Fissare i cantieri
Fare il morto a mare
Avere qualche amico criminale
Gare clandestine in tangenziale
Scoccodrillare signorine
Su OnlyFans, nelle vetrine
Pagando poche monetine
(ah, abbonamento)
Ci vuole responsabilità
Per baciarsi bene
E prendersi a mazzate
Ci vuole la maggiore età
Per amministrare

Tutto il bene che tu mi puoi dare
(tutto il bene che mi puoi dare)
Ci vuole responsabilità

(Per diventare saggi e amarsi senza impegno, no?)

Ci vuole la maggiore età
Per amministrare

Tutto il bene che tu mi puoi dare
Ci vuole responsabilità
Per invecchiare bene
Senza rughe accentuate
Ci vuole la maggiore età
Per amministrare

Tutto il bene che tu mi puoi dare
(Ci vuole responsabilità)
(Ci vuole responsabilità)
(Ci vuole responsabilità)
Per amministrare

Tutto il bene che tu mi puoi dare

E per l’eredità

Giornalista salernitano iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Campania. Colleziono compulsivamente dischi e mi piace scrivere con la musica ad alto volume.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *