Ha proprio ragione Michelangelo Vood, fresco di pubblicazione del singolo “Sotto il diluvio (nessuno tranne te)“: la musica ci salverà

Un palcoscenico su cui questo brano non avrebbe di certo sfigurato sarebbe stato quello del Teatro Ariston di Sanremo. La potenza di quella vetrina purtroppo non la sfrutterà mai, ma di sicuro questa “Sotto il diluvio (nessuno tranne te)“, nuovo singolo di Michelangelo Vood, merita un posto al sole nelle nostre playlist quotidiane.

Rilasciato con il sostegno della Carosello Records, questo nuovo brano segue il fortunato riscontro di “Souvenir“, primo singolo rilasciato con la nota discografica e che ha permesso al cantautore lucano di farsi notare sulle piattaforme streaming e di farsi ascoltare nelle radio. Tinte malinconiche, profonde e nostalgiche, arricchite da una spiccata eleganza: tutto questo è contenuto in “Sotto il diluvio (nessuno tranne te)“.

A firmare questo brano troviamo anche Gabriele Lerna e Giordano Colombo. Nel testo l’artista si sofferma sulle mille incertezze di una vita fatta di precarietà. Tematica che coinvolge il protagonista ma, considerati i tempi grigi che stiamo affrontando, può incontrare il vissuto di tanti altri. Il pezzo si apre poi nel bridge con un moto di speranza: “la musica ci salverà“.

«”Sotto il diluvio (nessuno tranne te)” l’ho scritta in un momento complicato vissuto all’inizio di quest’anno – racconta il cantautore –. La canzone descrive perfettamente le sensazioni di quel periodo, uno stato d’animo di forte insicurezza. Le parole di questa canzone sono uscite di getto, perché era proprio così che mi sentivo, come se stessi facendo bungee jumping dalla cima di una montagna con sotto i coccodrilli pronti a mordere. Non sai come ne uscirai, se tutto intero o a pezzi. La cosa assurda era che questo mio stato d’animo sembrava riflettersi anche sul mondo esterno. Dovunque mi girassi non trovavo appigli».

Per promuovere il singolo in giro per Milano, Michelangelo Vood s’è reso protagonista di una speciale iniziativa: sulla Darsena e sui Navigli sono apparsi alcuni striscioni che riportano spezzoni del testo. Un modo romantico – per alcuni oldfashioned – di omaggiare la città che gli ha aperto le braccia con le proprie parole.

Vood prosegue: «Quando mi capita di vivere periodi così conosco soltanto un rimedio per star meglio, la musica. So che può sembrare retorico, ma per me funziona così da sempre. Anche nella solitudine più profonda, anche “sotto il diluvio”, la musica è l’unica cosa di cui ho bisogno per uscire dal buio che a volte mi trascina via. È questo il motivo della frase ripetuta ad un certo punto del brano “la musica ci salverà”. È il mantra che mi ripetevo in quel momento. Spero possa essere di buon auspicio per tutti, soprattutto per le persone che stanno provando quelle mie stesse sensazioni».

Chi è Michelangelo Vood?

Michelangelo Vood nasce ai piedi del Monte Vulture. Lì cresce circondato dalla natura incontaminata, che diventa un elemento cardine della sua produzione. Vood non è infatti solo il cognome della madre, alla quale dedica il suo percorso artistico, ma anche un richiamo alla parola “wood” (bosco). Dopo il trasferimento a Milano, nel 2019 pubblica “Ruggine”, il suo primo singolo autoprodotto, e vince il concorso per autori “Genova per voi”, indetto da Universal Music Publishing.

Nel 2020 pubblica il suo EP di debutto “Rio nero”. Grazie al singolo “Atollo” estratto dall’EP viene scelto come “Artista Just Discovered” da MTV New Generation. Partecipa con il brano inedito “Campo minato” a Dream Hit, il primo social talent indetto da DOOM Entertainment. L’artista arriva in finale, ricevendo il plauso dei giudici Carl Brave e Myss Keta che ne apprezzano le doti interpretative e di scrittura.

Nel 2022 firma con Carosello Records e pubblica il singolo “Souvenir”, che entra in rotazione radiofonica su radio importanti come Radio Italia e riceve un ottimo riscontro anche nello streaming, ottenendo la copertina delle playlist “Nuovo indie” e “Scuola indie” e inserimenti in playlist importanti come “Indie Italia”. A novembre dello stesso anno pubblica il singolo “Sotto il diluvio (nessuno tranne te)”.

Giornalista salernitano iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Campania. Colleziono compulsivamente dischi e mi piace scrivere con la musica ad alto volume.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

One reply on “Michelangelo Vood sorprende con il nuovo singolo “Sotto il diluvio (nessuno tranne te)””