Grida all’empowerment femminile “Povero re“, il nuovo singolo di Giorgia Giacometti, pubblicato sugli store digitali

In occasione della recente giornata internazionale dedicata alla donna, Giorgia Giacometti ha messo in musica un proprio messaggio di empowerment tutto al femminile. Lo consegna in “Povero re“, il suo nuovo singolo rilasciato sulle piattaforme digitali, una traccia che sfida a viso aperto gli stereotipi e cliché che quotidianamente s’imbattono sulla strada di tutte le donne, chiamate a rispondere e a combattere per loro stesse.

Un messaggio che sente vivo sulla propria pelle la stessa cantante – anche manager finanziaria di successo – che nel corso della sua vita ha dovuto fronteggiare molto spesso pregiudizi, in un contesto lavorativo generalmente dominato dagli uomini. “Povero re” è stata prodotta da Jason Rooney, con la collaborazione di Giuseppe D’Albenzio e Romina Falconi. Nel testo la donna abbandona l’immaginario remissivo in cui viene spesso relegata, acquisendo consapevolezza e potere di seduzione, che le permettono di tenere ben salde le redini della propria vita e delle proprie relazioni.

Il videoclip ufficiale che accompagna il singolo, diretto dalla stessa Giacometti in collaborazione con Claudio Zagarini e Valeria Ungaro, con il “Povero re” rappresentato dal modello e attore fiorentino Riccardo Stellini. La clip è una rappresentazione visiva dell’empowerment che trascende il testo per diventare un’esperienza sensoriale, una metafora del sottile ma potentissimo equilibrio tra ingegno e sensualità, dove la battaglia per la conquista si conclude con un’inversione di ruoli definitiva. La seduzione di una partita a poker evoca e trasla perfettamente il gioco mentale tra i generi, in cui la posta è molto più alta del semplice erotismo: è il riconoscimento dell’uguaglianza e del reciproco rispetto.

CHI È GIORGIA GIACOMETTI?

Giorgia Giacometti è una cantautrice e manager finanziaria pistoiese classe 1996. Con un master in Finanza Internazionale, coltiva da sempre la passione per la musica pop, che alterna all’attività lavorativa. Vive parte della sua vita a Miami dove studia musica, canto e si laurea in business internazionale. Nella Magic City, scrive canzoni in lingua italiana, inglese, e spagnola e produce i suoi primi singoli: il debutto “All’Amore” nella primavera del 2020 e “Scandal“, pubblicato a novembre dello stesso anno. Entrambi i brani sono prodotti nel prestigioso studio House of Hits di Miami, e vantano la collaborazione di Vinny Venditto e Vincent de Leon.

Giorgia Giacometti vola poi a Singapore per abbracciare un sound unico e speziato, presentato nel singolo “Bandiere bianche” rilasciato a marzo 2021, prodotto e registrato con Zendyll Records in collaborazione con RIIDEM e Claire Chew. Dalla sua ricerca continua con il team di Singapore, nasce “Scossa“, brano dalla tessitura pop avvolto da sfumature reggaeton, in cui primeggia il lato più dolce e sensibile dell’artista. Il 27 maggio 2022 è la volta di “Bianco Rosso Nera“, release realizzata a fianco del produttore e arrangiatore Ugo Bongianni, in collaborazione con Dave Kutch del rinomato studio newyorkese The Mastering Palace.

Con la guida di Ugo Bongianni, nasce poi il “Ballano anime“, singolo pubblicato ad ottobre 2022, impreziosito da un ritmo sofisticato e da un immaginario dolce e avvolgente, masterizzato da Colin Leonard nello studio Sing Mastering di Atlanta. Il 13 gennaio 2023, Giorgia Giacometti torna nei digital store con “Sai di me“, brano prodotto e arrangiato con Ugo Bongianni e masterizzato da Herb Powers nel Power Mastering Studio di New York. L’anno prosegue con l’uscita di “Come sei bella“, prodotto dal maestro Ugo Bongianni e arrangiato da Chris Gehringer nello Sterling Sound Studio del New Jersey.

Il 2024 è l’anno della svolta per Giorgia, con il rilascio di “Povero re”, singolo prodotto da Jason Rooney nel Billa Billa Studio di Milano, scritto in collaborazione con Giuseppe D’Albenzio e Romina Falconi e masterizzato da Giovanni Versari nel La Maestà Mastering Studio. Il brano, pubblicato in occasione della Festa della Donna, sfida i cliché e sovverte le convenzioni, portando una rinnovata visione di forza e indipendenza per tutte le donne e diventando l’inno di un nuovo femminismo. Quella di Giorgia Giacometti è una storia musicale senza confini, infusa dalla contaminazione di generi, culture e tradizioni.

Giornalista salernitano iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Campania. Colleziono compulsivamente dischi e mi piace scrivere con la musica ad alto volume.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *