Nuovo appuntamento con le certificazioni di vendita di questa settimana

Quello delle certificazioni di vendita dettate da Fimi/Gfk è un appuntamento fisso ogni settimana per i fruitori di musica e per gli appassionati degli artisti che sperano di ricevere, grazie alla vendita dei dischi e all’ascolto dei singoli, un disco d’oro o di platino. Andiamo quindi a scoprire quali album e singoli hanno raggiunto tale traguardo nella ventunesima settimana del 2021.

Cesare Cremonini raggiunge il secondo platino con “La teoria dei colori

Pubblicato nel 2012, l’album di Cesare Cremonini, intitolato “La teoria dei colori“, raggiunge oggi il secondo disco di platino, per un totale di oltre 100mila copie vendute. Segue poi il platino per “In questa storia che è la mia” di Claudio Baglioni, così come anche l’album omonimo di Sangiovanni. Ottiene poi la certificazione di disco d’oro “Fleurs” di Franco Battiato.

Platino per “Let’s love” di David Guetta e Sia

Questa settimana ad ottenere la certificazione maggiore, tra i singoli, è Irama per “Arrogante“, divenuta oggi triplo disco di platino. Ottengono poi il platino anche Anuel AA e Romeo Santos per “Ella quiere beber“, Tedua e Sick Luke per “Lo sai“, Billie Eilish per “Therefore I am“, David Guetta e Sia per “Let’s love“, Justin Bieber, Daniel Caesar e Giveon per “Peaches” e Sangiovanni per “Malibù“.

Sempre tra i singoli troviamo il disco d’oro assegnato, per oltre 35mila copie vendute, agli Imagine Dragons per “Follow you“, Rkomi per “Partire da te“, Purple Disco Machine, Moss Kena e The Knocks per “Fireworks“, Rkomi e Tommaso Paradiso per “Ho spento il cielo“, Emis Killa, Jake La Furia e Geolier per “No cap“, Maroon 5 e Meghan Thee Stallion per “Beautiful mistakes“, One Direction per “If I could fly“.

Ancora disco d’oro per Bloody Vinyl, Slait, Tha Supreme, Young Miles e Rosa Chemical per “Baby“, Feid e Justin Quiles per “Porfa“, Alan Walker e Hans Zimmer per “Time (Alan Walker Remix)“, Lous and the Yakuza, Sfera Ebbasta e Shablo per “Je ne sais pas“, Guè Pequeno e Carl Brave per “Parte di me“, Gianna Nannini per “America“, Supertramp per “The logical song“, Soft Cell per “Tainted love“, Barry White per “You’re the first, the last, my everything” e John Mayer per “New light“.

Giornalista salernitano iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Campania. Colleziono compulsivamente dischi e mi piace scrivere con la musica ad alto volume.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *