Sembra di nuovo la teen idol di “Sk8er boi” Avril Lavigne, nel nuovo singolo che la vede tornare alle sonorità degli esordi, “Bite me

L’impatto che Avril Lavigne ha lasciato sulla musica, specialmente nei primi anni 2000, è evidente. Trend su trend lanciati, teenagers di tutto il mondo che con la sua musica si sono emozionati, e che dal suo stile hanno tratto grande ispirazione: dalle ciocche di capelli colorate alle cravatte sulle t-shirts. Avril, dal boom planetario, sembra non essere mai invecchiata e lo dimostra in “Bite me“, il nuovo singolo rilasciato con una nuova label discografica.

La pubblicazione di “Bite me” coincide infatti con l’inizio di un nuovo sodalizio artistico con la discografica DTA Records di Travis Barker, una vecchia conoscenza dell’artista canadese. Come la stessa Avril Lavigne afferma: «Ho sempre ammirato Travis e il suo lavoro. La prima volta che abbiamo lavorato insieme è stata 15 anni fa sul mio album “The best damn thing” e mi è piaciuto molto vederlo diventare il produttore che è oggi».

I due si sono messi al lavoro su tante nuove tracce che presto verranno rilasciate, magari proprio nel nuovo capitolo discografico dell’artista di “Sk8er boi“. «Abbiamo trascorso molto tempo a scrivere canzoni e a lavorare insieme a questo progetto, e firmare un contratto con la sua label, la DTA, mi ha fatto sentire nella casa perfetta per me e la mia musica. Travis capisce la mia visione da musicista, il mio processo creativo come artista e le mie ambizioni a questo punto della mia carriera», prosegue Lavigne.

Avril Lavigne ha anche parlato di questo nuovo brano, che la vede ritornare alla musica dopo alcuni anni dall’ultimo album: «Sono felicissima di pubblicare “Bite me”. È un inno riguardo la consapevolezza del proprio valore, cosa ci meritiamo e la negazione di seconde opportunità a chi non ci merita». Le sonorità sono pop-punk, le stesse che l’hanno portata al successo da giovanissima e che ritrova dopo il disco del ritorno, “Head above water“, molto bello ma diverso dalla sua cifra stilistica distintiva.

Giornalista salernitano iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Campania. Colleziono compulsivamente dischi e mi piace scrivere con la musica ad alto volume.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *