“Un giorno o l’altro” è il nuovo singolo del salernitano Antonio Petrosino

Arriva direttamente da Polla, in provincia di Salerno, la nuova proposta di Maionese Project, Antonio Petrosino con il suo ultimo singolo intitolato “Un giorno o l’altro”, figlio della scuola del pop anni ’80, che tanto ha influito sulla musica dell’artista, dai Duran Duran passando per Nick Kamen, Spandau Ballet ed Eros Ramazzotti, «che ascoltavano le mie sorelle più grandi, e di conseguenza anche io».

Il pop poi, nei primi anni della sua adolescenza, lasciò il posto al punk rock made in California dei Green Day, a cui si appassionò insieme ad un suo amico della scuola media. Scrisse così su questo genere le sue prime canzoni, prima di riabbracciare il pop a 17 anni, scrivendo altre canzoni da autodidatta.

«Intorno ai 20-22 anni ero arrivato fra canzoni complete e idee da completare a circa 140 pezzi  (alcuni molto simili fra loro, lo ammetto). Non sapevo però come registrarmi in Siae, da chi farmi ascoltare, e soprattutto avevo paura di non piacere, di non essere all’altezza, quindi, pian piano persi voglia e iniziai a suonare sempre meno, e praticamente non scrivevo più», racconta l’artista.

Nell’estate del 2020, durante la pandemia, Antonio Petrosino ha dato alla luce due singoli intitolati “Il cielo fuori dalla tua stanza“, scritto proprio durante il lockdown, e “Te extrañare“, «una parziale rivisitazione di estate da incorniciare in chiave chill ballad e in spagnolo». A cui ha fatto seguito poi la power ballad molto personale “Limiti” e adesso è il turno di “Un giorno o l’altro” con Maionese Project: «Un brano che parla di una storia tramontata, di incomprensioni e sensi di colpa».

Open in Spotify

Giornalista salernitano iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Campania. Colleziono compulsivamente dischi e mi piace scrivere con la musica ad alto volume.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *