Il Festival di Sanremo è alle porte e con esso i nuovi album dei cantanti in gara: Achille Lauro ha annunciato la nuova edizione del suo “LAURO

È arrivato il momento di iniziare a scoprire le carte per gli artisti che prenderanno parte alla sempre più imminente 72esima edizione del Festival di Sanremo, che si sa, è sempre una prestigiosa vetrina dove lanciare un progetto discografico. Ecco così che Achille Lauro, che prenderà parte per la quarta volta consecutiva, tre in gara e una da ospite, alla kermesse, ha annunciato la riedizione del suo più recente album, “LAURO“.

Il disco infatti, pubblicato nell’aprile dello scorso anno e certificato disco d’oro, si tramuterà dal prossimo 11 febbraio in “LAURO – Achille Idol Superstar“. La nuova edizione dell’album, le cui versioni in CD e vinile sono già preordinabili (QUI) sia in edizione standard che autografata, si arricchirà di “Domenica“, il brano che l’artista romano presenterà a Sanremo, dall’1 al 5 febbraio, in compagnia dell’Harlem Gospel Choir.

Lanciando la grande novità sui social, Achille Lauro ha detto: «Ho sconvolto l’Italia con le mie performance, pietrificato le vecchie generazioni ispirando le nuove, ignorando ogni regola e ogni schema. Ho trascorso gli ultimi cinque mesi su un’isola da solo, per poi capire che quello che ho fatto prima non era abbastanza», montando così l’attesa dietro questa nuova versione del disco e verso la sua prossima presenza all’Ariston.

Achille Lauro LAURO 1
La copertina di “LAURO – Achille Idol Superstar” di Achille Lauro

Come svelato dalle grafiche social diramate dall’artista, all’a tracklist originale di “LAURO” in questa speciale versione si aggiungeranno, oltre alla già citata traccia sanremese, anche i brani “Foxy“, “Rolling Stones“, “Fiori rosa“, “Sexy boy“, “Ricordi d’inverni” e “Io e te“.

La copertina, «un’elaborazione dell’opera d’arte digitale realizzata dagli eccezionali artisti internazionali contemporanei Miaz Brothers», vede un primo piano dell’artista, come già avvenuto per il precedente disco “1969“, così come anche la riedizione, ma in questo caso sfocato, dove a padroneggiare è proprio l’appellativo “Superstar“, che il cantante di “Me ne frego” e “Rolls Royce” s’è guadagnato con fatica e sudore nel corso degli ultimi anni.

Giornalista salernitano iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Campania. Colleziono compulsivamente dischi e mi piace scrivere con la musica ad alto volume.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.